Pinacoteca Castello Sforzesco – Milano

Pinacoteca del Castello Sforzesco di Milano

Committente: Comune di Milano
Località: Milano
Periodo: 1972-1980
Progettazione e direzione artistica::
STUDIO ALBINI ASSOCIATI

La Civica Pinacoteca del Castello Sforzesco, realizzata nel 1949 dai B.B.P.R. Con l’ordinamento di Costantino Baroni a seguito del deterioramento di alcune sue parti è stata chiusa nel 1970.
Si è reso, quindi, necessario il suo adeguamento museografico e nel 1972 sono iniziati i primi studi e i lavori che hanno poi permesso nel 1980 la sua riapertura.

La flessibilità dello spazio espositivo è ottenuta con pannelli semitrasparenti in tessuto di fibra di vetro, scorrevoli su rotaie parallele alle travi in legno del soffitto. In questo modo ogni sala può essere organizzata con sequenze espositive di volta in volta differenti, secondo il mutare delle esigenze di ordinamento.
I pannelli semitrasparenti definiscono un campo di esposizione per ciascuna opera e al contempo agevolano un controllo generale dell’ambiente senza creare nelle sale sbarramenti alla vista.

La buona conservazione delle opere d’arte ha richiesto particolare attenzione per il complesso sistema di illuminazione artificiale, composto sia da luci fluorescenti che ad incandescenza, che vanno ad integrare la luce naturale, filtrata dalle finestre da tende pure in fibra di vetro.