Cascina Castello – Peschiera Borromeo

Ristrutturazione e nuove residenze del plesso immobiliare denominato “Cascina Castello” a Peschiera Borromeo, Milano

Committente: Comune di Peschiera
Località: Peschiera Borromeo, Milano
Periodo: 2002/2005
Importo lavori: 1.291.000 euro
Progetto architettonico:
STUDIO ALBINI ASSOCIATI
Progetto di fattibilità, Progettazione
Preliminare, Definitiva, Esecutiva, Direzione
Lavori.

L’intervento propone di creare una piazza pubblica attorno alla quale si organizzano attivitàdiverse, di tipo sociale, ricreativo e residenziale. La piazza dovrà essere un fulcro, uno spazio a servizio del paese.
L’edificio vincolato grande ospita: – piano terra: ambulatori medici e ludoteca;
- piano primo: grande sala polifunzionale L’edificio vincolato piccolo: gli uffici comunali decentrati e presidio vigilanza urbana; La cascina grande e piccola un asilo nido e/o scuola materna.
Proponiamo perciò di demolire i rustici e la casa monofamigliare, considerati la loro infelice posizione all’interno dell’area ed il loro scarso valore architettonico.
Al loro posto si prevede un nuovo edificio a forma di “L” che andrà a delimitare i due lati sud e est della piazza. Gli altri due lati saranno
definiti dal porticato della cascina grande a nord e dall’edificio monumentale a ovest.
Il nuovo edificio si allinea a sud sul confine del lotto e ad est sul filo della cascina grande. Il posizionamento sul confine, a sud, è consentito
dal P.R.G., in quanto è chiaramente definito l’allineamento preesistente dei rustici.
Il fabbricato è suddiviso in 4 unità indipendenti, che si articolano su due piani fuori terra più un piano interrato di parcheggio, comune a tutte
le unità. Esse sono suddivise tra loro da rampe rettilinee di scale che colmano i dislivelli.
Ciascuna unità (ad eccezione di quella d’angolo che è unica) è costituita da due appartamenti in duplex (con soppalco) di 40 e 60mq., al primo piano, e da attività di carattere pubblico al piano terra, a livello della piazza.
La struttura dell’edificio riprende, interpretandoli, i caratteri delle cascine: è costituita da pilastri e travi in ferro lasciati volutamente in vista.
I pilastri che sostengono l’aggetto del porticato (3mt. di larghezza) sono invece in c.a. rivestito con elementi prefabbricati in cotto, per uniformarsi
nelle proporzioni e nell’aspetto a quelli delle cascine adiacenti. Anche il loro passo è simile a quello esistente: 4.8mt.
I tamponamenti di facciata sono in blocchi isolanti di muratura intonacata, con elementi frangisole in cotto davanti alle superfici vetrate.